Ciao Anna…

Oddio è cosi difficile essere qui a ripensare a cosa è successo ma devo farlo perchè se il mio articolo riesce ad arrivare a qualcuno che ne ha bisogno, forse riesco a salvarlo.

Era venerdì mattina e come al solito girovagavo su facebook, quando mi arriva un messaggio che mi comunica che la madre di una mia vecchia amica, con cui non parlavo più da mesi, si era buttata giù dal quinto piano. Avviso subito mia sorella per cercare di capire se fosse ancora viva, lei s’informa e purtroppo scopriamo che Anna ci aveva lasciati.

Io la conoscevo, un anno fa veniva con noi al corso di zumba fitness e chi l’avrebbe mai detto? Sembrava essere cosi serena! Mia madre invece sapeva che la signora Anna era in cura con psicofarmaci da ben 25 anni. Il mio pensiero però andava alla mia amica, come si sentiva ad aver perso la madre a soli 28 anni? 

Sabato c’è stato il funerale e nonostante io e mia sorella non avevamo rapporti con lei da mesi, ci siamo presentate e la scena è stata straziante, l’ho abbracciata e non sono riuscita a dirle nulla se non un miraccomando dopo. Non so davvero cosa si possa dire in questi casi e forse il mio abbraccio bastava. 

Ecco vi racconto questa storia perchè penso che chiunque abbia una forte depressione o comunque problemi psichici dovrebbe chiedere aiuto, ad Anna era stata cambiata la terapia dopo tanti anni e forse non si era ancora abituata alle nuove pillole. Io non ho idea di quali componenti questi farmaci siano fatti ma se sono antidepressivi perchè nelle controindicazioni riportano che potrebbero indurre al suicidio? che senso ha allora assumerle? Non penso troverò una risposta, ma mi metto nei panni dei parenti che perdono una persona per queste ragioni e caspita al loro posto vorrei capire, vorrei una risposta, non dico per soffrire meno ma per darmi una vaga ragione.

Mi rivolgo a voi, persone cosi deboli, io avevo un amico cosi e non so quante volte io e i suoi genitori siamo riusciti ad evitare il peggio ma so che in quei raptus il vostro cervello è totalmente fuori controllo, più forte di qualsiasi altra cosa ma vi chiedo: per un attimo pensate a chi amate e a chi vi ama, davvero lasciarli soli è meglio dell’affrontare le difficoltà insieme?

Io adesso penso a Ketty, la mia amica, non solo deve affrontare un perdita cosi tragica, i sensi di colpa perchè è successo mentre lei dormiva, deve anche badare a suo papà che tra l’altro è anche malato, lavorare…ecco io non so come ce la possa fare ma prego per lei e spero riesca a trovare quella forza di cui ha bisogno.

Da questi momenti ho capito qualcosa: non bisogna mai arrendersi  e sopratutto tenersi tutto dentro è sbagliato ed invece io sono la prima ad essere cosi, secondo che non potrei mai immaginare la mia vita senza mia madre ed infatti subito dopo la funzione ho avuto il coraggio di dirle: mamma non mi lasciare mai! Lo so che prima o poi accadrà ma non ora e poi se è una causa naturale penso si possa accettare meglio il dolore che si lascia a chi rimane.   

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...