Ciao Angelo Elegante

Cosi recitava quel cartellone che i tuoi amici hanno appeso fuori dalla chiesa del tuo quartiere, ed è verissimo, eri anzi sei un angelo elegante e bellissimo; il Signore ti ha chiamato a te troppo presto e io porto con me il rimpianto di non essere stata una cugina con la C maiuscola, purtroppo tutti noi in famiglia ci siamo lasciati prendere dalle liti degli adulti e non abbiamo pensato che invece dovevamo volerci bene e non dico vederci tutti i giorni, ma almeno sentirci, invece adesso è troppo tardi e non so se ci credo oppure no, ma probabilmente hai sentito tutto ciò che ti ho detto mentre giacevi li freddo e immobile e spero tu mi abbia perdonato. Ieri il parrocco ha detto una cosa giusta, hai fatto il miracolo di riunirci tutti, ma forse non era necessario il tuo sacrificio.

A parte i rimpianti, portiamo dietro tanta rabbia, perchè se solo fossi stato più seguito; non avresti seguito certe persone e forse quell’incidente si poteva evitare. Le leggi in Italia sono nulle, anzi inesistenti, sono anni che parliamo di omicidio stradale e nessuno lo mette in atto, quel bastardo che ti ha ucciso la passerà liscia, ma tu che ci sei andato a fare in macchina con lui? non eravate amici stretti, si vedeva che aveva bevuto, potevi trovare un altro passaggio, poi lui e il tuo amico stanno benissimo e tu non ci sei più.

Hai lottato in coma per 5 giorni, il tuo cuore giovane di 21 enne era forte e il resto del tuo corpo non aveva un graffio, la cosa più assurda è questa: la macchina ha fatto testa coda e ad urtare contro i vetri e contro il rimorchio del tir è stato proprio il tuo bellissimo viso e la tua furbissima ed esuberante testa, come se, qualcuno abbia voluto punirti e toglierti quello che avevi e che sappiamo ti piaceva mostrare, ma amore mio, era ben visibile quanto figo tu SEI, non mi piace parlare di te al passato e poi confido che lassù hai ancora i tuoi occhi, il tuo naso, la tua bocca e la tua pelle perfetti.  Per fortuna ci sono i social network, dove anche se non si è amici, si possono recuperare le foto, almeno ho potuto vedere l’uomo che sei diventato. Non sai cosa avrei dato per guardarti addormentato e invece ti hanno dovuto coprire tutto il volto, ma ti dico un segreto: quando siamo scesi in obitorio e zia Lina ha alzato il lenzuolo che ti copriva ho lanciato uno sguardo veloce e ho potuto solo constatare che ti hanno sfigurato, povero Angelo, per fortuna ti sei “addormentato subito” e non hai ne sentito il dolore e ne visto nulla.

Spero che la tua storia insegni qualcosa a tutti noi giovani, non ci serve bere, correre con le auto e sopratutto dire si a tutto quello che fanno gli altri per essere “macho” , la vita è una e una volta che è andata, non ci ritorna più indietro. Pensate ai vostri genitori, io ho visto il dolore dei miei zii e vi posso assicurare che non è niente di piacevole, è solo straziante.

Riposati Mario,  ci vediamo prima o poi  e recuperermo tutto.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...